Home > Storia

1991 comincia l’avventura:

Il 16 luglio 1991 a Milano si costituiva a Milano la Screening Immagine e Pubblicità snc. La società, così si chiamava all’inizio dell’attività, era composta da tre soci: Rino R., Art Director, Marco Bertoni, Account e Alessandra S., Copywriter.

“Adesso siamo sposati”, dichiarò Rino uscendo dallo studio del Notaio. E ci recammo nella nostra nuova sede, al 122 di Via Breda, in un negozio a cinque luci proprio di fronte agli stabilimenti dell’Ansaldo di Milano - Greco.

Passammo l’estate a riattare quei locali un po’ malconci e, dopo un meticoloso lavoro di pulizia, imbiancatura e moquettatura, l’agenzia era pronta a ricevere i primi clienti.

Cominciavamo la nostra avventura nel settembre del 1991, un periodo un po’ difficile: gli anni ‘80 erano passati all’insegna dello spreco e dell’esagerazione, gli anni ‘90 segnavano un’inversione di tendenza radicale, in particolar modo nel nostro settore di attività.

Noi, a dire la verità, non ce la passavamo male: il nostro posizionamento di piccola agenzia a costi contenuti ci permetteva di avere un sufficiente numero di clienti e una discreta quantità di lavoro. Ci dedicavamo principalmente alla realizzazione di depliant e materiale “below the line”.

L’unica cosa che non funzionava completamente era l’affiatamento della compagine societaria. Dopo soli tre mesi di attività, infatti, decidemmo di dividere le nostre strade. Il matrimonio era già finito !!!

A dicembre del 1991 Francesco P., Art Director e la moglie Linda G. sostituirono l’Art e la Copy della Screening Immagine e Pubblicità che, nell’occasione, fu ribattezzata Factory snc, in omaggio alle fabbriche che si trovavano nelle vicinanze dell’Agenzia. A dire la verità, anche la citazione al laboratorio creativo di Andy Warhol non era del tutto casuale ...

Francesco, eccellente creativo, ha dato al “prodotto Factory” quell’impronta di qualità che abbiamo voluto mantenere inalterata nel corso degli anni. Il “concetto” del prodotto come struttura portante del messaggio, l’”andare oltre l’estetica”. Lo “Stile Factory” che, più tardi negli anni, abbiamo sintetizzato con il nostro “senza mai lasciare nulla al caso”.

Nell’ottobre del 1992 la coppia creativa lascia l’Agenzia per avere più tempo da dedicare al proprio Studio e alla imminente nascita del secondo figlio. Un mese più tardi l’Agenzia si trasferisce in via Bono Cairoli, 41.

CRONOLOGIA:

1992 - 1994: in questi anni i lavori di Factory verranno realizzati esclusivamente avvalendosi dell’esperienza dei migliori Freelance esterni. Questa esperienza moltiplicherà il numero dei servizi offerti, aumenterà la capacità produttiva e consentirà di costituire un ricco database di professionisti e collaboratori. Il nucleo del “Sistema Factory” per l’ottimizzazione delle risorse.

1995:
Le analisi sul mercato pubblicitario rivelano che i mezzi “classici” della Comunicazione d’Impresa sono particolarmente sovraffollati di messaggi: "per comunicare efficacemente la propria azienda bisogna investire ingenti somme, senza peraltro poterne controllare i risultati con precisione".

Dopo qualche mese di scervellamenti su quale tipo di soluzioni poter offrire ai nostri clienti ecco l’illuminazione: un mezzo totalmente nuovo, un mezzo che da lì a poco potesse integrare con efficacia - se non sostituire integralmente - i mezzi classici: "l’Inter-Net".
Ecco la nuova idea, ecco il nuovo mezzo da poter proporre a chi, non disponendo di enormi budget, voglia proporre la propria azienda ad un vasto pubblico di utenti.

Factory snc acquisisce tre nuovi soci e una nuova ragione sociale. Nasce “Factory Srl - Officina di Comunicazione”, un’officina per progettare e costruire la comunicazione del futuro. La nostra proposta diventa “strumenti innovativi per vendere meglio”.

Factory sarà il primo Internet Service Provider a Merate e Lecco.  Di qui la decisione di trasferire l’Agenzia in Brianza, a Cernusco Lombardone, Via Spluga, 95.

Il mercato della Rete però, per quanto le nostre energie fossero concentrate nella diffusione del nuovo mezzo, non era ancora sufficientemente maturo per fare  i “grandi numeri”. Decidemmo di continuare a sviluppare Il progetto internamente, ma di “ibernarlo” temporaneamente all’esterno, in attesa di riproporlo in tempi più maturi.

1996: alla divisione “Internet” vengono affiancate la divisione “Marketing Promotion” e “Direct Marketing”, che offrono ai clienti strumenti di comunicazione maggiormente “quantificabili”, in termini di ritorno di investimento.

1997 - 2000: la nuova proposta dell’Agenzia trova un immediato riscontro nel mercato e i risultati non si fanno attendere. Negli ultimi tre anni di attività l’agenzia è infatti  in continua espansione: proprio grazie a queste due nuove divisioni, nel solo anno 2000, abbiamo raddoppiato fatturato e numero degli addetti raddoppia.

2001- 2005: l’espansione dell’agenzia non conosce sosta: allo staff creativo affianchiamo personale di vendita che sviluppa il new business. Le giornate, settimane, i mesi, gli anni nella nostra nuova prestigiosa sede di Via Trento, 10 a Merate scorrono velocissimi. Sono indubbiamente gli anni migliori che l’agenzia abbia conosciuto.

2006 - 2007: neanche il tempo di scambiarci i complimenti per i successi appena ottenuti che il mercato registra una contrazione mai vista. C’è chi chiude, chi si dichiara sconfitto, chi viene ferito più o meno gravemente ... Lo staff di Factory si rimbocca le maniche, inserisce la baionetta e si tuffa, agguerritissimo nella battaglia.


2008 - 2011: un'attenta gestione dei costi e il lancio del nuovo servizio di fotografia digitale ci permettono di chiudere l'anno meglio di qualsiasi ottimistica previsione. A dicembre 2008 lo studio  viene trasferito a Verderio Inferiore. Dal 2009 il servizio proposto diventa ancora piu' completo: dal progetto alla produzione, tutto in un'unica sede. Nel 2011, poi, l'agenzia inizia una nuova collaborazione, assumendo la direzione creativa di un progetto congiunto, insieme ad un'industria di stampa.


2012: A febbraio del 2012, Factory si ritrasferisce in Via Trento, 10 a Merate per dare vita ad un nuovo progetto: metà della superficie viene adibita a sala di posa fotografica attrezzata e l'agenzia, oltre a proseguire con i lavori dei propri clienti, riconfigura parte dell'area di progettazione mettendo a disposizione i locali di Palazzo Albini ai creativi che desiderano trovare uno spazio allestito in cui realizzare i propri progetti condividendo le proprie idee, all'insegna della collaborazione e della "contaminazione" reciproca.